Corso Apnea Avanzato

PROSSIMO CORSO APNEA AVANZATO PREVISTO A MARZO 2019

Per informazioni ed iscrizioni contattaci

Corso Apnea Roma Avanzato


Programma del Corso

Il corso di Apnea Avanzato si rivolge ad Apneisti e Pescatori Subacquei che hanno desiderio di approfondire tematiche già trattate in un corso di apnea base e già in possesso di una buona esperienza in Mare maturata con tuffi a profondità tra i 20 ed i 30 metri…ma soprattutto che hanno voglia di mettersi alla prova e capire quali sono le loro potenzialità ed esplorare i loro limiti.

Il corso ha come obbiettivo l’apprendimento e la gestione consapevole delle tecniche avanzate di allenamento e compensazione che permetteranno all’allievo di approcciare l’apnea profonda con una preparazione fisica ed un livello di sicurezza e consapevolezza ottimali.

Durante il corso si lavorerà sull’adattamento del corpo alla profondità con una serie di esercizi di respirazione e stretching specifici che verranno svolti sia a secco che in acqua e che permetteranno il  raggiungimento di un ottimo livello di flessibilità ed adattamento del corpo alla pressione idrostatica ed a quote per le quali i volumi polmonari raggiungono limiti fisiologici critici.

Lavoreremo molto sulla gestione consapevole della compensazione a profondità superiori al limite reale della compensazione e quindi approfondiremo ed alleneremo le manovre evolute partendo dalla manovra di Frenzel per arrivare alla manovra di compensazione denominata “Mouth-fill” o Frenzel\Fattah:  previste sessioni di allenamento specifiche a secco, in piscina e soprattutto in Mare con discese in FRC (Capacità Funzionale Residua), Full Exhale (espirazione totale) e con l’ausilio di occhialini e noseclip\tappanaso.

Il corso prevede:

  • lezioni di teoria in cui illustreremo le tecniche evolute di compensazione, le modificazioni fisiologiche del nostro corpo a profondità superiori al limite reale della compensazione,  teoria dell’allenamento e preparazione fisica, preparazione ad una prestazione massimale,  prevenzione incidenti, sicurezza e rescue.
  • lezioni ginnastica respiratoria, stretching polmonare e diaframmatico, esercizi specifici “a secco”  per apprendere ed allenare le manovre di compensazione evolute (previsto utilizzo di Otovent e Noseclip\Tappanaso)
  • sessioni di allenamento in palestra\sala pesi in cui verranno illustrati ed effettuati esercizi e tabelle di allenamento specifiche (circuit training, schede di allenamento con carichi esterni, cardio training ipercapnico, etc);
  • sessioni di allenamento in piscina in cui verranno provate prestazioni massimali ed effettuati esercizi e tabelle di allenamento specifiche volte a migliorare la resistenza ipercapnica, allenare le manovre di compensazione, elasticizzare il diaframma e la cassa toracica, etc.
  • sessioni di addestramento in Mare con tabelle di allenamento ed esercizi specifici (tuffi in FRC e Full Exhale, Tuffi con Mouthfill caricato a diverse profondità, tuffi con tappanaso, tuffi in CNF, CWT e FIM) volti ad (1) incrementare gradualmente la prestazione in profondità (2) esercitare aspetti specifici legati alla compensazione evoluta (3) gestire la fase di caduta libera (4) gestire la compensazione con il tappanaso.
  • Obbligatorio Certificato Medico Sportivo Agonistico per attività Subacquee ed una copia originale va consegnata prima dell’inizio del corso.
  • Pre-requisito: essere in possesso di brevetto Apnea Academy OPEN, AIDA** o equivalente.

Feedbacks degli Allievi dopo avere concluso il primo Corso Apnea Avanzato svolto presso SSD Nautilus Sporting Center nel periodo Marzo-Giugno 2016.

Valerio:

Massima profondità prima del corso: 33m

Massima Profondità dopo il corso: 48m e con margini di miglioramento ulteriori in Mare

“Il Corso affronta in maniera più che soddisfacente gli aspetti teorici, la teoria dell’allenamento, della nutrizione. Ottima anche la parte sugli esercizi di respirazione, compensazione, elasticità. Personalmente ritengo insufficiente, non a livello di contenuti, ma in termini di numero di sedute, la preparazione in palestra: o va previsto nel corso un giorno a settimana di allenamento, o solo tre sedute in tre mesi servono solo ad appendere le nozioni da riproporre poi in sedute private in palestra. Io personalmente non vengo da mesi di palestra quindi a volte mi sono sentito limitato. Su questo voglio lavorare in futuro. In acqua Ottimi gli esercizi in FRC, FE, tolleranza Ipercapnica. Personalmente Nn amo la statica, ma bene anche quella. Ottime le uscite Y40 e mare. Queste sono le vere cartine di tornasole. Bisogna lavorare molto, personalmente lo farò. In definiva il corso è ottimo, e tu Marco sei il valore aggiunto. A livello personale sono soddisfatto. Il corso mi sta lasciando sempre più l’idea che l’apneista avanzato deve fare di più: continuare il lavoro in palestra, lavorare a casa a secco, lavorare a casa su esercizi reputazione e stretching. Ora rimane però da capire come continuare a pari livello del corso, gli allenamenti in acqua! Grazie per la pazienza che hai con noi, grazie per i tuoi preziosi input”


Andrea:

Massima profondità prima del corso: 37m

Massima Profondità dopo il corso: 48m e con margini di miglioramento ulteriori in Mare

“CON IL CORSO AVANZATO OLTRE AD AVERE SODDISFATTO LE MIE ASPETTATIVE DI MIGLIORARE L’ APNEA, ANCHE GRAZIE ALLE NUOVE TECNICHE DI COMPENSAZIONE, IN TERMINI DI MASSIMALI ,PASSANDO DA UNA STATICA DI 4:50 A 5:20,DINAMICA IN PISCINA DA 90 MT A 100MT, TUFFO IN MARE DAI VECCHI 37 METRI AI 47.4 DI OGGI, HO TROVATO IN QUESTO SPORT UNO STILE DI VITA,QUESTO GRAZIE ALLE NUOVE TECNICHE DI RESPIRAZIONE APPRESE , AD UNA NUOVA CONOSCENZA DEL PROPRIO CORPO ED AL MONDO INTROSPETTIVO SEMPRE MAGGIORE CHE L’APNEA DA’. PENSO SIA COSTRUTTIVO FARE UN CICLO DI CORSO AVANZATO UNA VOLTA L’ANNO IN MODO DI FARE PROPRIE QUESTE NUOVE TECNICHE. UN GRAZIE A TUTTI I COMPAGNI E AL MIO ISTRUTTORE MARCO COSENTINO.”


Alberto:

Massima profondità prima del corso: 30m

Massima Profondità dopo il corso: 42m alla Y-40 e con margini di miglioramento ulteriori in Mare

“Sono molto contento di questo corso avanzato. Mi ha insegnato delle tecniche di respirazione per imparare a migliorare la compensazione mouthfill. Mi ha permesso con tanto stupore di superare il mio massimale di profondità toccando i -42 mt !! Mi ha insegnato anche come rilassarmi per affrontare sia la profondità che la dinamica in piscina, e la statica. Tutto questo grazie al mio caro istruttore Marco Cosentino che è un ottimo insegnante e un ottimo apneista!! Grazie di nuovo Marco!! Le mie aspettative sono stati raggiunte, adesso tocca allenarsi sempre di più per migliorare”


Simone:

Massima profondità prima del corso: 30m

Massima Profondità dopo il corso: 42m alla Y-40 e con margini di miglioramento ulteriori in Mare

“Aspettative: da questo corso appena concluso credo di essere più consapevole  dei miei limiti , capacita fisiche e soprattutto mentali .ma c e’ ancora moltissimo da lavorare .
Obiettivi: il mio obiettivo appunto e’  quello di continuare ad allenarmi migliorando  le prestazioni sia in piscina,ed in mare aumentando le quote operative .

Chiarezza Contenuti :I contenuti da te spiegati sono stati molto chiari, tranne qualche argomento un po’ difficile da capire in quanto nn avendoli mai sentiti sono anche difficili da farteli entrare in testa ,ma quello dipende soprattutto dal soggetto ;-)”


Gianluca:

“aspettative/obiettivi ad inizio corso: essenzialmente imparare il mouthfill. aspettative/obiettivi maturati durante il corso: imparare il mouthfill + migliorare le prestazioni apneistiche in generale + imparare ad allenarsi in autonomia. Aspetti positivi: competenza istruttore non solo su temi puramente apneistici, chiarezza materiale soprattutto sugli aspetti legati alla gestione della compensazione e leggi che la governano, ottima la didattica che alterna oltre alla piscina gli esercizi a secco e la palestra. Importanza delle prove massimali e dei test (resistenza co2 ad esempio) che nel mio caso aiutano a porre degli obiettivi misurabili, riscontrare la bontà delle attività fatte e motivare molto. Aspetti da migliorare: secondo me quello che va migliorato sono gli strumenti per gestire gli allenamenti in maniera autonoma. Ad esempio, la documentazione sul training è molto esaustiva. Risulta difficile però impostare delle schede per allenarsi realmente in modo autonomo. E’ chiaro che poi molto dipende dagli obiettivi di ognuno ma secondo me è un tema su cui lavorare per migliorare il corso.”


Fabio:

Massima profondità prima del corso: 30m

Massima Profondità dopo il corso: 42m alla Y-40.

“Il corso apnea avanzato appena svolto è stato veramente soddisfacente. Quello che mi aspettavo maggiormente, cioè l’acquisizione di una quasi totale sicurezza, è stato raggiunto. Dico “quasi” perché sono abbastanza convinto che non esserlo del tutto serva per restare sempre attenti e non sottovalutare i pericoli, soprattutto quelli più scontati. Tutto questo grazie a: (1) la parte teorica che ha illustrato le tecniche specifiche, i relativi rischi, come evitarli ed, eventualmente, i vari atteggiamenti da assumere; (2) la parte pratica, a cui è stato dedicato più tempo, che ci ha permesso di superare i limiti fisici e mentali riscontrati nel corso base. Inoltre trovo che i temi sull’alimentazione ed il training non abbiano fatto solo da cornice, ma siano stati interessanti e funzionali quanto quelli principali. E adesso mare, mare e mare!!”